The Botanist, dry gin - Fatti di Farina
1440
post-template-default,single,single-post,postid-1440,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.1,vc_responsive

The Botanist, dry gin

E’ arrivato “The Botanist” il primo e solo Islay dry gin

 

Nell’isola di Islay (Scozia), è presente la famosa distilleria di Bruichladdich che ha recuperato un antico alambicco di rame chiamato affettuosamente Ugly Betty (Betty la Brutta) per poter distillare uno dei Gin più puri e complessi sul mercato, con una produzione limitata a 15000 bottiglie annue. Questo gin, per l’altissima percentuale di erbe, è stato battezzato The Botanist.

E’ un Gin caratterizzato da una complessità stratificata, è un’esplorazione completa del patrimonio botanico dell’isola di Islay in Scozia: le 9 classiche erbe botaniche del gin infatti sono amplificate dalle 22 erbe e fiori locali raccolti a mano sull’isola dai botanici della distilleria. Il risultato è un gin sorprendente al palato, ma anche per la mente: è come “un percorso inedito” tra le erbe botaniche, il tutto magicamente racchiuso in una bottiglia speciale.

 

Aspetti organolettici:

– Colore: argento vivo.

– Al naso: gli aromi esplodono come un’aurora boreale e pervadono i sensi con note delicate di mentolo, ginepro, coriandolo e anice, insieme a fiori d’estate e miele.

– In bocca: Il gusto è ricco, freddo all’inizio, per poi scaldarsi senza fretta, rivelando tutta la sua purezza e delizia in un’esplosione di sapori.

– Grado alcolico: 46%

 

Chiedi ulteriori informazioni su  The Botanist al nostro barman. Ed un consiglio… servito con acqua tonica all’ibisco diventa favoloso…

provare per credere!

 

 

 

 

 

 



Iscriviti per ricevere le nostre News

Rimani aggiornato su novità, eventi e promozioni con la nostra newsletter